Il Caso

A puro titolo di esempio citiamo un’attività svolta. Una congregazione aveva dismesso una scuola e bisognava trovare collocazione all’immobile ormai inutilizzato. Il problema era abbastanza rilevante, si trattava di un’area di notevole consistenza rispetto al territorio in cui si inseriva ed anche gli edifici insistenti su quella proprietà erano di dimensione notevole.
L’ipotesi iniziale propostaci, era di collocare il bene sul mercato ma c’era una certa apertura ad altre soluzioni, alla ovvia condizione di poter reperire le risorse, qualsiasi cosa si avesse avuto intenzione di fare.
La fase di analisi e di “brainstorming” è stata abbastanza lunga ed impegnativa, ma l’idea che si era coltivata era di rivitalizzare il complesso e comunque di non depauperare il patrimonio dell’Ente.
Dopo attenta riflessione, dopo numerosi incontri con la pubblica amministrazione (più o meno collaborativi), si è optato per la seguente soluzione.
Rendere edificabile una parte dell’area al momento libera da edifici, ottenere i permessi per costruire una volta ottenuta l’edificabilità, cedere l’area a degli operatori privati per reperire consistenti risorse, ristrutturare l’edificio esistente sulla porzione rimasta in proprietà, per le attività della congregazione medesima.
Attualmente è in funzione un centro giovanile con ragazzi affidati dai servizi sociali, una casa sicura dove giovani con situazioni familiari “difficili” possono trovare un rifugio sicuro e protetto, un centro di aggregazione giovanile dove possono anche essere assistiti, un asilo in comodato gratuito per le famiglie impossibilitate a pagare costose rette ed un pensionato per giovani studenti e lavoratori.
Un luogo destinato all’abbandono, alla cessione a privati per valori contenuti (diversi si sono proposti per “ritirare” la proprietà per valori poco consistenti) è stato rivitalizzato.
In collaborazione con un noto studio locale di architettura abbiamo seguito tutto il percorso: variante di piano, ottenimento delle concessioni, reperimento degli acquirenti, ristrutturazione integrale con consegna “chiavi in mano”.